Legrand Legrand

1 Anticorruzione ed etica aziendale

Introduzione di mezzi e politiche miranti a evitare i rischi legati a corruzione e concussione, concorrenza sleale, leve di influenza dell'azienda e di responsabilità dei suoi membri dirigenti (lobby), frode e norme sugli embarghi.

2 Impegno pubblico

Introduzione di norme che definiscono l'impegno dell'organizzazione in un processo politico o di rivendicazione pubblica in senso lato al fine di prevenire comportamenti come la manipolazione, l'intimidazione e la coercizione, che potrebbero nuocere al dibattito pubblico e all'organizzazione.

3 Protezione dei dati personali e della privacy e uso responsabile dei dati

Introduzione di politiche e misure atte a garantire la protezione dei dati personali e della privacy per utenti, clienti e dipendenti, nonché di una politica trasparente e ponderata per quanto riguarda l'uso dei dati.

4 Rispetto dei diritti di proprietà

I diritti di proprietà coprono sia la proprietà fisica che quella intellettuale e comprendono i diritti fondiari e altri possedimenti fisici, i diritti di autore, i brevetti, i diritti morali e di altro tipo. Includono inoltre i diritti che potrebbero non essere riconosciuti dalla legge, come le conoscenze tradizionali di gruppi specifici (per esempio quelle delle popolazioni indigene) o la proprietà intellettuale di dipendenti e altri soggetti.

5 Retribuzione, protezione sociale

Insieme di pratiche acquisite che permettono di garantire una base comune minima ed equilibrata di protezione sociale, retribuzioni e prestazioni in tutti i Paesi rispetto al tenore di vita locale, secondo una logica di equità. 

6 Creazione di posti di lavoro

L'occupazione è strettamente collegata allo sviluppo economico: creando posti di lavoro, l'organizzazione può contribuire alla riduzione della povertà e alla promozione dello sviluppo economico. 

7 Sviluppo delle risorse umane

Lo sviluppo delle competenze rappresenta una componente fondamentale della promozione dell'occupazione e del sostegno fornito alle persone non soltanto per garantire un lavoro dignitoso e produttivo, ma anche per ampliare le possibilità di scelta sviluppando l'occupabilità delle persone.

8 Promozione della diversità e delle pari opportunità

L'organizzazione combatte qualsiasi forma di discriminazione in termini di assunzioni e sviluppo, impegnandosi segnatamente a favore della diversità e del pari trattamento, come pure dell'integrazione e del mantenimento del posto di lavoro delle persone con disabilità.

9 Salute e sicurezza, condizioni e qualità di vita sul posto di lavoro

L'organizzazione adotta le misure idonee per prevenire gli incidenti a livello di salute e sicurezza dovuti all'ambiente di lavoro, favorendo al contempo il benessere fisico, morale e sociale dei dipendenti.

10 Dialogo sociale

Introduzione di piani che permettono di stabilire un dialogo costruttivo tra la Direzione e i collaboratori e garantiscono la rappresentanza delle diverse categorie di dipendenti per la trattativa, la consultazione e gli scambi sui temi di interesse comune.

11 Relazioni manageriali

Le relazioni manager/collaboratore conferiscono diritti e impongono obblighi sia ai manager sia ai collaboratori, nell'interesse dell'organizzazione e della società. L'organizzazione verifica il rispetto delle normative, nonché l'esistenza di un clima e di regole di equità per quanto riguarda i rapporti e le condizioni di lavoro.

12 Obbligo di vigilanza e protezione dei segnalatori

Nel quadro di quella che è considerata la sua responsabilità sociale, l'organizzazione analizza gli impatti effettivi ed eventualmente negativi delle proprie attività, che gestisce nell'ottica di ridurre il più possibile o di eliminare il rischio di danno sociale o ambientale. In caso di segnalazioni di allerta inoltrate all'organizzazione, vengono predisposte le procedure necessarie per tutelare i dipendenti o, più in generale, qualsiasi soggetto partecipi alla segnalazione.

13 Gestione delle lamentele

L'organizzazione prevede delle procedure che consentono alle parti interessate interne ed esterne di prendere contatto e di notificare qualsiasi fatto o azione potrebbe richiedere la sua attenzione o il suo intervento.

14 Diritti dell'uomo e Diritti fondamentali del lavoro

L'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) ha individuato e indicato i diritti fondamentali del lavoro che l'organizzazione deve garantire. Tali diritti sono: libertà di associazione e riconoscimento effettivo del diritto alla contrattazione collettiva, eliminazione di ogni forma di lavoro forzato o obbligatorio, abolizione effettiva del lavoro minorile ed eliminazione della discriminazione in materia di impiego e professione.

15 Governance dell'organizzazione

L'organizzazione istituisce un organismo interno e procedure che definiscono le modalità di direzione, amministrazione e controllo dell'azienda per garantire che la gestione finanziaria ed extra-finanziaria, la strategia globale e il controllo dei rischi siano integrati, ottimizzati e trasparenti ai fini della sostenibilità delle attività per tutte le parti interessate.

16 Radicamento territoriale e promozione della responsabilità sociale nella sfera d'influenza

L'organizzazione riconosce il valore della comunità, individua le parti interessate all'interno di quest'ultima e definisce i mezzi di dialogo, presta sostegno alle iniziative locali partendo dal principio di comunanza di interessi tra organizzazione e attori della comunità. L'organizzazione può influenzare altre organizzazioni adottando le sue decisioni lungo l'intera catena del valore, come pure promuovendo su più ampia scala il concetto di comportamento responsabile.

17 Accesso all'istruzione e alla cultura

L'organizzazione predispone dei mezzi che consentono l'accesso alla cultura, al sapere e all'istruzione in modo da permettere a chiunque di sviluppare il proprio potenziale e contribuire alla società.

18 Accesso ai servizi essenziali

Con servizi essenziali o servizi di base si intendono i servizi vitali, indispensabili per una vita decente e dignitosa come elemento fondamentale della lotta contro la povertà: accesso all'acqua potabile, all'energia e alle cure, possibilità di spostarsi quotidianamente, comunicare o informarsi, presenza di servizi igienico-ambientali.

Nella sua sfera di influenza (dipendenti, clienti, fornitori, territorio etc.) l'organizzazione s'impegna nell'offrire l'accesso a tali servizi essenziali, segnatamente per quanto riguarda l'accesso all'energia, affine al suo core business.

19 Creazione di ricchezza e di introiti

L'organizzazione stabilisce procedure che permettono di sostenere per esempio l'imprenditorialità, garantire la corretta ripartizione degli utili dell'attività economica (per esempio sotto forma di imposte, salari e profitti) al fine di permettere ai governi di generare introiti che permettono di affrontare le questioni cruciali dello sviluppo.

20 Best practice in tema di marketing, informazioni e contratti

L'organizzazione segue le best practice per quanto riguarda il marketing, la fornitura di informazioni concrete e obiettive e i contratti. Fornisce informazioni sui prodotti e i servizi in modo trasparente e comprensibile per i consumatori, consentendo a questi ultimi di prendere decisioni ragionate.

21 Protezione della salute e della sicurezza dei consumatori

L'organizzazione definisce delle norme per la protezione della salute e della sicurezza dei consumatori. Questo comporta sia la fornitura di prodotti e servizi sicuri e privi di rischi inaccettabili di danno durante l'installazione e l'utilizzo conforme alle istruzioni o indicazioni o durante un utilizzo scorretto prevedibile, sia la formazione per esempio degli installatori di tali prodotti.

22 Educazione e sensibilizzazione

L'organizzazione dà vita a iniziative in tema di educazione e sensibilizzazione che permettono ai consumatori di informarsi approfonditamente e di prendere coscienza dei loro diritti e delle loro responsabilità, perché possano decidere in merito agli acquisti con cognizione di causa e consumare in modo responsabile.

23 Consumo sostenibile

Il consumo sostenibile corrisponde a un tasso di consumo dei prodotti e delle risorse compatibile con lo sviluppo sostenibile.  Il concetto è quello espresso nel Principio 8 della Dichiarazione di Rio sull'ambiente e lo sviluppo, il quale stipula che, al fine di pervenire a uno sviluppo sostenibile e a una qualità di vita migliore per tutti i popoli, gli Stati dovranno ridurre ed eliminare i modelli di produzione e consumo non sostenibili.

L'organizzazione elabora una strategia che permette ai prodotti e ai servizi che propone, ai processi di produzione e alla natura delle informazioni fornite ai consumatori di risultare sempre in linea con un consumo sostenibile.

24 Acquisti responsabili

L'organizzazione introduce procedure d'acquisto che garantiscono un rapporto equilibrato con i fornitori, accogliendo le esigenze e i criteri a tutela e a valorizzazione dell'ambiente, del progresso sociale e dello sviluppo economico.

25 Sviluppo e accesso alle tecnologie

Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione sono ampiamente presenti nella vita dei nostri giorni e costituiscono una solida base per numerose attività economiche. L'organizzazione può fornire il proprio contributo al potenziamento dell'accesso a tali tecnologie tramite l'offerta di prodotti, la formazione, le collaborazioni e altri interventi.

26 Servizio post-vendita, assistenza e gestione di reclami e controversie da parte dei consumatori

Per rispondere alle esigenze dei consumatori dopo l'acquisto dei prodotti o l'erogazione dei servizi, l'organizzazione fornisce il servizio post-vendita, offre assistenza e adotta sistemi di gestione di reclami e controversie.

27 Innovazione

L'organizzazione rivede continuamente il proprio posizionamento e traduce nella strategia aziendale le macrotendenze che caratterizzano il suo ambito di attività, in particolare tramite collaborazioni strategiche che stimolano l'innovazione tecnologica.

28 Lotta contro la contraffazione

La contraffazione in tutte le sue forme rappresenta una grave violazione di un diritto di proprietà intellettuale dell'organizzazione. Le sue conseguenze possono essere rilevanti per quanto riguarda l'immagine della marca in termini di autenticità dei suoi prodotti, l'esposizione a un rischio per coloro che utilizzeranno gli articoli contraffatti, la perdita di quote di mercato etc. L'organizzazione applica procedure che permettono di individuare i casi di contraffazione, rimediare e informare in merito.

29 Dialogo con le parti interessate

L'organizzazione intrattiene un dialogo aperto, trasparente e costante con le parti interessate (clienti, fornitori, responsabili eletti etc.) al fine di tenere in considerazione le loro esigenze e aspettative in termini di politiche, programmi o anche strategia di impresa.

30 Attenuazione dei cambiamenti climatici e transizione energetica 

L'organizzazione prende atto del fatto che le emissioni di gas a effetto serra prodotte dalle attività umane costituiscono la causa più probabile dei cambiamenti climatici globali, che hanno conseguenze sull'ambiente e le attività umane. Si impegna pertanto ad attenuarne gli effetti tramite i mezzi adeguati.

31 Uso sostenibile delle risorse ed economia circolare

Insieme delle azioni e trasformazioni che permettono di perseguire la creazione di valore per i vari attori economici (inclusi i consumatori finali), limitando al contempo le esternalità negative come pure il consumo delle risorse (acqua, materie prime etc.). L'organizzazione stabilisce procedure che permettono di ridurre il consumo di risorse e ottimizzare la gestione dei rifiuti.

32 Prevenzione dell'inquinamento

L'organizzazione migliora le proprie prestazioni ambientali evitando di inquinare, per esempio tramite le emissioni atmosferiche, gli scarichi nelle acque, la produzione di rifiuti, la contaminazione di terre e suoli, l'uso e lo smaltimento di prodotti chimici tossici e pericolosi e altre fonti di inquinamento generate dalle sue attività, da quelle dei suoi fornitori e terzisti, dai suoi prodotti e dai suoi servizi.

33 Protezione e ripristino dell'ambiente

La crescente domanda di risorse naturali a livello mondiale ha causato una perdita considerevole e spesso irreversibile dell'habitat e della biodiversità sulla Terra nel corso degli ultimi 50 anni. L'organizzazione può intervenire a favore della protezione e del ripristino dell'ambiente naturale e dei suoi ecosistemi.